Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
17 ottobre 2017 2 17 /10 /ottobre /2017 23:02

 

Preghiera a San Luca Evangelista


Glorioso San  Luca che, per estendere a tutto il mondo sino alla fine dei secoli, a scienza divina della salute, registraste in apposito libro  non solo gli insegnamenti e le gesta del nostro Signore Gesù Cristo, ma ancora i fatti più meravigliosi dei suoi Apostoli per la fondazione della Chiesa; ottenete a noi tutti la grazia di conformar sempre la nostra vita a quei santissimi documenti che per impulso particolare dello Spirito Santo, e sotto la sua dettatura, avete dato a tutti ì popoli nei vostri libri divini.

Glorioso S. Luca, che per la verginità di cui faceste costantemente professione, meritaste d’avere una  speciale famigliarità colla regina delle vergini, Maria Santissima, che vi erudì personalmente, non solo in ciò che riguarda la sua divina elezione in Vera Madre di Dio, ma ancora in tutti i misteri dell’incarnazione del Verbo, dei suoi primi passi nel mondo, e della privata sua vita; ottenete a noi tutti la grazia di amar anche noi costantemente la bella virtù della purità, per meritarci noi pure quei favori che agli imitatori fedeli delle sue virtù dispensa sempre generosissima la comune avvocata e madre nostra Maria.
 

 

Recitare un Gloria.

 

 

 

Litanie a San Luca Evangelista

(Tratto da: "Salterio con gli Apostoli" di don Antonio Marino, Editrice Segno)

 

Cristo ascoltaci

Cristo esaudiscici

Padre del cielo che sei Dio Abbi pietà di noi

Figlio Redentore del mondo Abbi pietà di noi

Spirito Santo che sei Dio Abbi pietà di noi

Santa Trinità unico Dio Abbi pietà di noi

Santa Maria, Regina degli Apostoli Prega per noi

Santa Maria, tempio e sposa dello Spirito Santo Prega per noi

Santa Maria, Tuttasanta Madre di misericordia Prega per noi

S. Luca, il cui nome giunge ai confini del mondo Prega per noi

S. Luca, profeta della misericordia del Padre Prega per noi

S. Luca, adoratore del nuovo tempio di Dio che è il Figlio Prega per noi

S. Luca, messaggero dei tre cantici dello Spirito Santo Prega per noi

S. Luca, chiamato dal Signore Prega per noi

S. Luca, tra i primi cristiani d'Antiochia di Siria Prega per noi

S. Luca, operaio nella messe del padrone Prega per noi

S. Luca, primizia della Chiesa dalle Genti Prega per noi

S. Luca, discepolo degli apostoli Pietro e Paolo Prega per noi

S. Luca, compagno dell'Apostolo di Tarso Prega per noi

S. Luca, caro medico di Paolo Prega per noi

S. Luca, sostegno di Paolo inviato alle nazioni Prega per noi

S. Luca, compagno di Paolo in catene Prega per noi

S. Luca, istruito dal Dottore tra gli Apostoli Prega per noi

S. Luca, partecipe delle Sue sofferenze e delle Sue consolazioni Prega per noi

S. Luca, ricercatore accurato e medico spirituale Prega per noi

S. Luca, scriba della mansuetudine di Gesù Cristo Prega per noi

S. Luca, che annunci Gesù Figlio di Dio nato da donna Prega per noi

S. Luca, che risali l'albero della stirpe sacerdotale del Cristo Prega per noi

S. Luca, città forte aperta per i giusti Prega per noi

S. Luca, muro e baluardo a nostra difesa Prega per noi

S. Luca, animo saldo e colmo di pace Prega per noi

S. Luca, sempre fidente in Dio Prega per noi

S. Luca, avvinto alla roccia eterna Prega per noi

S. Luca, il cui sentiero è diritto Prega per noi

S. Luca, il cui cammino è piano Prega per noi

S. Luca, il cui desiderio è nel ricordo del nome del Signore Prega per noi

S. Luca, la cui anima anela a Lui di notte Prega per noi

S. Luca, il cui spirito Lo cerca al mattino Prega per noi

S. Luca, che pronunci giudizi sulla terra Prega per noi

S. Luca, che insegni giustizia agli abitanti del mondo Prega per noi

S. Luca, alle cui imprese Dio dà successo Prega per noi

S. Luca, su cui splende il volto del Signore Prega per noi

S. Luca, che fai conoscere sulla terra la Sua via Prega per noi

S. Luca, fra tutte le genti diffondi la Sua salvezza Prega per noi

S. Luca, che conduci tutti i popoli alla lode di Dio Prega per noi

S. Luca, che annunci il frutto della terra Prega per noi

S. Luca, benedetto da Dio, dal nostro Dio Prega per noi

S. Luca, armato dello scudo della fede Prega per noi

S. Luca, coperto con l'elmo della salvezza Prega per noi

S. Luca, cinto con la spada dello Spirito Prega per noi

S. Luca, che rendi grazie con salmi, inni e cantici spirituali Prega per noi

S. Luca, segno dell'effusione perenne dello Spirito Prega per noi

S. Luca, mano che scioglie la lingua di Zaccaria Prega per noi

S. Luca, mano elevata nel Cantico della Vergine Maria Prega per noi

S. Luca, mano che sostiene le braccia del profeta Simeone Prega per noi

S. Luca, mano che rivela la forza della profetessa Anna Prega per noi

S. Luca, mano che medica le piaghe del cuore Prega per noi

S. Luca, mano che disegna la storia salutare Prega per noi

S. Luca, mano che spezza il pane della Parola Prega per noi

S. Luca, mano elevata nel sacrificio della sera Prega per noi

S. Luca, mano che attinge con gioia alle fonti della salvezza Prega per noi

S. Luca, mano che sazia gli affamati Prega per noi

S. Luca, preannunciato tra i quattro esseri viventi Prega per noi

S. Luca, cantore del nome di Gesù Salvatore Prega per noi

S. Luca, cantore della Sua magnificenza Prega per noi

S. Luca, cantore con la bocca dei bambini e dei lattanti Prega per noi

S. Luca, cantore della potenza di Dio contro gli avversari Prega per noi

S. Luca, che riduci al silenzio nemici e ribelli Prega per noi

S. Luca, che spazi nel cielo, opera delle Sue dita Prega per noi

S. Luca, che osservi la luna e le stelle da Lui fissate Prega per noi

S. Luca, uomo di cui Dio si ricorda Prega per noi

S. Luca, figlio dell'uomo di cui Dio si prende cura Prega per noi

S. Luca, fatto poco meno degli angeli Prega per noi

S. Luca, coronato di gloria e di onore Prega per noi

S. Luca, fiduciario del potere di Dio sulle Sue opere Prega per noi

S. Luca, ai cui piedi Dio ha posto le parole del Figlio Prega per noi

S. Luca, dominatore delle bestie della campagna Prega per noi

S. Luca, dominatore degli uccelli del cielo e dei pesci del mare Prega per noi

S. Luca, che narri con i cieli la gloria di Dio Prega per noi

S. Luca, con il firmamento esalti l'opera delle Sue mani Prega per noi

S. Luca, il cui messaggio va dal giorno al giorno Prega per noi

S. Luca, il cui Evangelo va dalla notte alla notte Prega per noi

S. Luca, il cui discorso si diffonde come il suono Prega per noi

S. Luca, la cui voce percorre tutta la terra Prega per noi

S. Luca, la cui parola giunge ai confini del mondo Prega per noi

S. Luca, che hai posto una tenda per il Sole che sorge Prega per noi

S. Luca, che Inneggi all'Oriente che esce come sposo dal talamo Prega per noi

S. Luca, esultante come prode che percorre la via Prega per noi

S. Luca, guerriero la cui faretra è colma di frecce Prega per noi

S. Luca, che non arrossisci sulla soglia di casa Prega per noi

S. Luca, circondato dei frutti della tua giovinezza Prega per noi

S. Luca, che annunzi ciò che occhio non ha veduto Prega per noi

S. Luca, che proclami ciò che orecchio non ha udito Prega per noi

S. Luca, che sveli ciò che nel cuore non è mai entrato Prega per noi

S. Luca, vite le cui radici riempiono la terra Prega per noi

S. Luca, vite la cui ombra copre la montagna Prega per noi

S. Luca, vite i cui rami coprono i cedri più alti Prega per noi

S. Luca, vite i cui tralci giungono fino al mare Prega per noi

S. Luca, vite i cui germogli arrivano sino al fiume Prega per noi

S. Luca, messaggero di Gabriele nell'ora dell'incenso Prega per noi

S. Luca, messaggero della benedizione sulla casa di Aronne Prega per noi

S. Luca, messaggero della sterile resa madre di figli nella gioia Prega per noi

S. Luca, messaggero di Giuseppe della casa di Davide Prega per noi

S. Luca, messaggero del saluto angelico alla Piena di grazia Prega per noi

S. Luca, messaggero della serva e Madre del mio Signore Prega per noi

S. Luca, messaggero dell'esultanza di Elisabetta Prega per noi

S. Luca, messaggero della Benedetta fra tutte le donne Prega per noi

S. Luca, messaggero della nascita del Precursore Prega per noi

S. Luca, messaggero del censimento di Cesare Augusto Prega per noi

S. Luca, messaggero del Primogenito dato alla luce Prega per noi

S. Luca, messaggero del Bambino Salvatore che è Cristo Signore Prega per noi

S. Luca, messaggero del coro dell'esercito celeste e dei pastori Prega per noi

S. Luca, messaggero della sapienza del cuore di Maria Prega per noi

S. Luca, messaggero della circoncisione nell'ottavo giorno della Vita Prega per noi

S. Luca, messaggero del Primogenito riscattato al Tempio Prega per noi

S. Luca, messaggero dell'incontro profetico con Simeone Prega per noi

S. Luca, messaggero della spada predetta alla Madre Prega per noi

S. Luca, messaggero di Gesù dodicenne nel Tempio Prega per noi

S. Luca, messaggero della crescita in sapienza età e grazia Prega per noi

S. Luca, messaggero del battesimo in Spirito Santo e fuoco Prega per noi

S. Luca, messaggero del ventilabro e del fuoco inestinguibile Prega per noi

S. Luca, messaggero dello Spirito Santo in forma di colomba Prega per noi

S. Luca, messaggero della voce del Padre Prega per noi

S. Luca, messaggero di Gesù messia a trent'anni Prega per noi

S. Luca, messaggero dell'anno di grazia previsto da Isaia Prega per noi

S. Luca, messaggero del rifiuto della Sinagoga di Nazaret Prega per noi

S. Luca, messaggero del lebbroso guarito e riconoscente Prega per noi

S. Luca, messaggero del bene operato di sabato Prega per noi

S. Luca, messaggero della forza che sanava tutti Prega per noi

S. Luca, messaggero del giovinetto resuscitato a Nain Prega per noi

S. Luca, messaggero delle lacrime e del profumo del perdono Prega per noi

S. Luca, messaggero della figlia dodicenne di Giairo tornata in vita Prega per noi

S. Luca, messaggero dell'emorroissa guarita Prega per noi

S. Luca, messaggero dei settantadue i cui nomi sono scritti nei cieli Prega per noi

S. Luca, messaggero del lampo che precede il Figlio dell'uomo Prega per noi

S. Luca, cantore del Samaritano compassionevole Prega per noi

S. Luca, cantore dell'olio e del vino sulle piaghe del ferito Prega per noi

S. Luca, cantore della parte migliore scelta da Maria di Betania Prega per noi

S. Luca, cantore dell'occhio sano e luminoso Prega per noi

S. Luca, cantore dell'idropico guarito Prega per noi

S. Luca, cantore del tesoro del cuore Prega per noi

S. Luca, cantore delle quattro beatitudini Prega per noi

S. Luca, cantore dell'amico importuno Prega per noi

S. Luca, cantore di Lazzaro nel seno di Abramo Prega per noi

S. Luca, cantore del grembo che ha portato il Messia Prega per noi

S. Luca, cantore del seno che lo ha nutrito Prega per noi

S. Luca, cantore della vedova insistente e di quella povera Prega per noi

S. Luca, cantore del pubblicano riconciliato Prega per noi

S. Luca, cantore del figliol prodigo e del Padre misericordioso Prega per noi

S. Luca, cantore del seminatore del Regno Prega per noi

S. Luca, cantore di Zaccheo trasformato Prega per noi

S. Luca, che attesti l'angelo del conforto nell'agonia Prega per noi

S. Luca, che attesti il sudore di sangue cadere a terra Prega per noi

S. Luca, che attesti la preghiera di abbandono Prega per noi

S. Luca, che attesti l'orecchio rimarginato del servo Prega per noi

S. Luca, che attesti i tre giudizi di condanna iniqua Prega per noi

S. Luca, che attesti il castigo dei flagelli Prega per noi

S. Luca, che attesti il pianto delle donne sul legno verde Prega per noi

S. Luca, che attesti il luogo del cranio Prega per noi

S. Luca, che attesti il perdono ai crocifissori Prega per noi

S. Luca, che attesti l'apertura del paradiso sulla croce Prega per noi

S. Luca, che attesti l'eclisse del sole a mezzogiorno Prega per noi

S. Luca, che attesti il velo squarciato del Tempio Prega per noi

S. Luca, che attesti la morte del Figlio di Dio Prega per noi

S. Luca, che attesti la Parasceve e le luci del sabato Prega per noi

S. Luca, che attesti la pietà di Giuseppe di Arimatea e delle donne Prega per noi

S. Luca, che attesti gli uomini in vesti sfolgoranti Prega per noi

S. Luca, che attesti la predizione della morte e resurrezione Prega per noi

S. Luca, che attesti i Discepoli di Emmaus Prega per noi

S. Luca, che attesti il vero corpo ferito del Risorto Prega per noi

S. Luca, che attesti la promessa del Paraclito Prega per noi

S. Luca, che attesti l'Ascensione sotto gli occhi dei discepoli Prega per noi

S. Luca, che attesti la gioia e la lode della Chiesa nel Tempio Prega per noi

S. Luca, messaggero delle gesta degli apostoli nel tuo secondo libro Prega per noi

S. Luca, messaggero dell'effusione dello Spirito Santo Prega per noi

S. Luca, messaggero di Pietro, Giovanni e Giacomo Prega per noi

S. Luca, messaggero della conversione e del battesimo di Saulo di Tarso Prega per noi

S. Luca, messaggero della Chiesa in espansione Prega per noi

S. Luca, che attesti il concilio di Gerusalemme Prega per noi

S. Luca, che attesti il primato della grazia sulla legge Prega per noi

S. Luca, che attesti la predicazione di Paolo nell'impero Prega per noi

S. Luca, con Marco e Matteo concordi sul Vangelo Prega per noi

S. Luca, pittore catechetico Prega per noi

S. Luca, detto pittore della Vergine Prega per noi

S. Luca, patrono del ministero dell'arte sacra Prega per noi

S. Luca, patrono e tutela dei medici Prega per noi

S. Luca, il cui sepolcro sorge in Efeso Prega per noi

S. Luca, le cui reliquie onorano Padova e Praga Prega per noi

S. Luca, bue alato presso il trono dell'Agnello Prega per noi

S. Luca, evangelista e braccio del Padre Prega per noi

S. Luca, evangelista e mano del Figlio Prega per noi

S. Luca, evangelista e dito dello Spirito Santo Prega per noi

S. Luca, apostolo ed evangelista tra le Genti Prega per noi

Agnello di Dio che togli i peccati del mondo Perdonaci Signore

Agnello di Dio che togli i peccati del mondo Esaudiscici Signore

Agnello di Dio che togli i peccati del mondo Abbi pietà di noi

V. Prega per noi S. Luca Evangelista

R. Affinché siamo fatti degni delle promesse di Cristo

 

 

Preghiamo

 

Signore nostro Dio ed eterno Amore che hai restaurato la tua immagine presente nell'uomo con la redenzione operata da Gesù tuo Figlio, con-cedi che dalla mano dell'apostolo ed evangelista Luca siamo sollevati nel tuo abbraccio di misericordia per la luce dello Spirito Santo. Per lo stesso Cristo nostro Signore. Amen. 

 

 

 

 

VITA DEL SANTO

 

Figlio di pagani, Luca appartiene alla seconda generazione cristiana. Compagno e collaboratore di san Paolo, che lo chiama «il caro medico», è soprattutto l’autore del terzo Vangelo e degli Atti degli Apostoli. Al suo Vangelo premette due capitoli nei quali racconta la nascita e l’infanzia di Gesù. In essi risalta la figura di Maria, la «serva del Signore, benedetta fra tutte le donne». Il cuore dell’opera, invece, è costituito da una serie di capitoli che riportano la predicazione da Gesù tenuta nel viaggio ideale che lo porta dalla Galilea a Gerusalemme. Anche gli Atti degli Apostoli descrivono un viaggio: la progressione gloriosa del Vangelo da Gerusalemme all’Asia Minore, alla Grecia fino a Roma.

Protagonisti di questa impresa esaltante sono Pietro e Paolo. A un livello superiore il vero protagonista è lo Spirito Santo, che a Pentecoste scende sugli Apostoli e li guida nell’annuncio del Vangelo agli Ebrei e ai pagani. Da osservatore attento, Luca conosce le debolezze della comunità cristiana così come ha preso atto che la venuta del Signore non è imminente. Dischiude dunque l’orizzonte storico della comunità cristiana, destinata a crescere e a moltiplicarsi per la diffusione del Vangelo. Secondo la tradizione, Luca morì martire a Patrasso in Grecia.

 

 

Repost 0
Published by La gioia della preghiera - in Preghiere al Santo del giorno
scrivi un commento
16 ottobre 2017 1 16 /10 /ottobre /2017 21:06

eduviges2.jpg

 

 

Preghiera a Santa Edvige 

in spagnolo (preghiera per saldare i propri debiti)

 

Gloriosa Princesa Santa Eduvigis,
que pasaste por la tierra socorriendo necesidades, amparando huérfanos,
ayudando doncellas abandonadas,
pagando deudas de los pobres insolventes,
procurando vivienda a los necesitados.
Hoy acudo a ti como modelo que imitar
en este ferviente amor al prójimo

 

 

 

Enséñame la caridad.

  

En tus manos pongo hoy

 

mis intenciones y necesidades

 

para que las presentes al Señor.

  

(Hacer la peticion)

  

Como mi modelo y protectora

 

quiero imitar tu resignación a la voluntad divina.

  

Presenta al Señor mis intenciones.

 

Oh gloriosa Santa Eduvigis,

 

abogada de los deudores,

 

de los pobres desvalidos,

 

ruega por nosotros.

  

Amen.

 

 

 

VITA DELLA SANTA:

Nata nel 1174 nell’Alta Baviera, fu duchessa della Slesia, sposa di Enrico I detto il Barbuto. La sua condizione nobile non le vietò di vivere a fondo la propria fede, dando prova di profonda devozione ed esprimendo in diversi modi la carità verso gli ultimi e l’intenzione totale di porre tutta la sua persona a servizio degli altri. Provata da diverse sventure familiari e addolorata dalla rivalità tra i due figli, seppe mostrare sempre la mitezza e la saggezza di chi vive un profondo desiderio di pace. Stile che applicò nella vita di corte e nella politica estera. Quando il marito fu fatto prigioniero di guerra ne ottenne la liberazione. Si adoperò per migliorare le condizioni di vita dei carcerati e usò gran parte delle sue rendite per i poveri. Praticò un’austerità personale volta a una mortificazione offerta come segno concreto per chi viveva chiuso nel peccato e nell’egoismo. Principessa e penitente, sposa fedele e madre dolorosa, sovrana giusta e benefica, Edvige morì nel 1243 e subito venerata come santa, sia dai fedeli germanici che da quelli slavi.(Avvenire)


Repost 0
Published by la strada per la felicità - in Preghiere al Santo del giorno
scrivi un commento
13 ottobre 2017 5 13 /10 /ottobre /2017 13:52

madre.jpg

 

Nel giorno dell'anniversario dell'ultima apparizione della Beata Vergine Maria a Fatima (13 ottobre 1917) ricade questa commemorazione.

 

“Maria, piena di grazia, donaci il cuore divino e umano di Cristo, affretta la vittoria del tuo cuore immacolato”

 

 

PREGHIERA PER LA GIORNATA MARIANA IN OCCASIONE DELL' ANNO DELLA FEDE

 

PAROLE DEL SANTO PADRE FRANCESCO

Piazza San Pietro - Sabato, 12 ottobre 2013

 

Cari fratelli e sorelle,

questo incontro dell'Anno della fede dedicato a Maria, Madre di Cristo e della Chiesa, Madre nostra. La sua statua, venuta da Fatima, ci aiuta a sentire la sua presenza in mezzo a noi. C'è una realtà: Maria sempre ci porta a Gesù. E' una donna di fede, una vera credente. Possiamo domandarci: come è stata la fede di Maria?

1. Il primo elemento della sua fede è questo: la fede di Maria scioglie il nodo del peccato (cfr Con Ecum. Vat. II, Cost. dogm. Lumen gentium, 56). Che cosa significa? I Padri conciliari hanno ripreso un'espressione di sant'Ireneo che dice: «Il nodo della disobbedienza di Eva ha avuto la sua soluzione con l'obbedienza di Maria; ciò che la vergine Eva aveva legato con la sua incredulità, la vergine Maria l'ha sciolto con la sua fede» (Adversus HaeresesIII, 22, 4).

Ecco il "nodo" della disobbedienza, il "nodo" dell'incredulità. Quando un bambino disobbedisce alla mamma o al papà, potremmo dire che si forma un piccolo "nodo". Questo succede se il bambino agisce rendendosi conto di ciò che fa, specialmente se c'è di mezzo una bugia; in quel momento non si fida della mamma e del papà. Voi sapete quante volte succede questo! Allora la relazione con i genitori ha bisogno di essere pulita da questa mancanza e, infatti, si chiede scusa, perché ci sia di nuovo armonia e fiducia. Qualcosa di simile avviene nel nostro rapporto con Dio. Quando noi non lo ascoltiamo, non seguiamo la sua volontà, compiamo delle azioni concrete in cui mostriamo mancanza di fiducia in Lui - e questo è il peccato -, si forma come un nodo nella nostra interiorità. E questi nodi ci tolgono la pace e la serenità. Sono pericolosi, perché da più nodi può venire un groviglio, che è sempre più doloroso e sempre più difficile da sciogliere.

Ma alla misericordia di Dio - lo sappiamo - nulla è impossibile! Anche i nodi più intricati si sciolgono con la sua grazia. E Maria, che con il suo "sì" ha aperto la porta a Dio per sciogliere il nodo dell'antica disobbedienza, è la madre che con pazienza e tenerezza ci porta a Dio perché Egli sciolga i nodi della nostra anima con la sua misericordia di Padre. Ognuno di noi ne ha alcuni, e possiamo chiederci dentro al nostro cuore: quali nodi ci sono nella mia vita? "Padre, i miei non si possono sciogliere!". Ma, questo è uno sbaglio! Tutti i nodi del cuore, tutti i nodi della coscienza possono essere sciolti. Chiedo a Maria che mi aiuti ad avere fiducia nella misericordia di Dio, per scioglierli, per cambiare? Lei, donna di fede, di sicuro ci dirà: "Vai avanti, vai dal Signore: Lui ti capisce". E lei ci porta per mano, Madre, Madre, all'abbraccio del Padre, del Padre della misericordia.

2. Secondo elemento: la fede di Maria dà carne umana a Gesù. Dice il Concilio: «Per la sua fede e la sua obbedienza Ella generò sulla terra lo stesso Figlio del Padre, senza conoscere uomo, ma sotto l'ombra dello Spirito Santo» (Cost. dog.Lumen gentium, 63). Questo è un punto su cui i Padri della Chiesa hanno molto insistito: Maria ha concepito Gesù nella fede e poi nella carne, quando ha detto "sì" all'annuncio che Dio le ha rivolto mediante l'Angelo. Che cosa vuol dire questo? Che Dio non ha voluto farsi uomo ignorando la nostra libertà, ha voluto passare attraverso il libero assenso di Maria, attraverso il suo "sì". Le ha chiesto: "Sei disposta a questo?". E lei ha detto: "Sì".

Ma quello che è avvenuto nella Vergine Madre in modo unico, accade a livello spirituale anche in noi quando accogliamo la Parola di Dio con cuore buono e sincero e la mettiamo in pratica. Succede come se Dio prendesse carne in noi, Egli viene ad abitare in noi, perché prende dimora in coloro che lo amano e osservano la sua Parola. Non è facile capire questo, ma, sì, è facile sentirlo nel cuore.

Pensiamo che l'incarnazione di Gesù sia un fatto solo del passato, che non ci coinvolge personalmente? Credere in Gesù significa offrirgli la nostra carne, con l'umiltà e il coraggio di Maria, perché Lui possa continuare ad abitare in mezzo agli uomini; significa offrirgli le nostre mani per accarezzare i piccoli e i poveri; i nostri piedi per camminare incontro ai fratelli; le nostre braccia per sostenere chi è debole e lavorare nella vigna del Signore; la nostra mente per pensare e fare progetti alla luce del Vangelo; e, soprattutto, offrire il nostro cuore per amare e prendere decisioni secondo la volontà di Dio. Tutto questo avviene grazie all'azione dello Spirito Santo. E così, siamo gli strumenti di Dio perché Gesù agisca nel mondo attraverso di noi.

3. E l'ultimo elemento è la fede di Maria come cammino: il Concilio afferma che Maria «ha camminato nel pellegrinaggio della fede» (ibid., 58). Per questo lei ci precede in questo pellegrinaggio, ci accompagna, ci sostiene.

In che senso la fede di Maria è stata un cammino? Nel senso che tutta la sua vita è stata seguire il suo Figlio: Lui – Lui, Gesù – è la via, Lui è il cammino! Progredire nella fede, avanzare in questo pellegrinaggio spirituale che è la fede, non è altro che seguire Gesù; ascoltarlo, lasciarsi guidare dalle sue parole; vedere come Lui si comporta e mettere i nostri piedi nelle sue orme, avere i suoi stessi sentimenti e atteggiamenti. E quali sono, i sentimenti e gli atteggiamenti di Gesù? Umiltà, misericordia, vicinanza, ma anche fermo rifiuto dell'ipocrisia, della doppiezza, dell'idolatria. La via di Gesù è quella dell'amore fedele fino alla fine, fino al sacrificio della vita, è la via della croce. Per questo il cammino della fede passa attraverso la croce e Maria l'ha capito fin dall'inizio, quando Erode voleva uccidere Gesù appena nato. Ma poi questa croce è diventata più profonda, quando Gesù è stato rifiutato: Maria sempre era con Gesù, seguiva Gesù in mezzo al popolo, e sentiva le chiacchiere, le odiosità di quelli che non volevano bene al Signore. E questa croce, Lei l'ha portata! Allora la fede di Maria ha affrontato l'incomprensione e il disprezzo. Quando è arrivata l'"ora" di Gesù, cioè l'ora della passione: allora la fede di Maria è stata la fiammella nella notte, quella fiammella in piena notte. Nella notte del sabato santo Maria ha vegliato. La sua fiammella, piccola ma chiara, è stata accesa fino all'alba della Risurrezione; e quando le è giunta la voce che il sepolcro era vuoto, nel suo cuore è dilagata la gioia della fede, la fede cristiana nella morte e risurrezione di Gesù Cristo. Perché sempre la fede ci porta alla gioia, e Lei è la Madre della gioia: che ci insegni ad andare per questa strada della gioia e vivere questa gioia! Questo è il punto culminante – questa gioia, questo incontro di Gesù e Maria, ma immaginiamo come è stato… Questo incontro è il punto culminante del cammino della fede di Maria e di tutta la Chiesa. Com'è la nostra fede? La teniamo accesa, come Maria, anche nei momenti difficili, i momenti di buio? Ho sentito la gioia della fede?

 

Questa sera, Madre, ti ringraziamo per la tua fede, di donna forte e umile; rinnoviamo il nostro affidamento a te, Madre della nostra fede. Amen.

 

Repost 0
Published by la strada per la felicità - in Preghiere al Santo del giorno
scrivi un commento
12 ottobre 2017 4 12 /10 /ottobre /2017 20:46

madre.gif

 

Il Luglio 2013, Papa Francesco è giunto nel Santuario di Aparecida per celebrare la Messa con i vescovi della Provincia. Nella Sala dei 12 Apostoli, dove è esposta l’immagine della Vergine Aparecida, ha recitato una breve preghiera. Di seguito pubblichiamo una nostra traduzione della preghiera pronunciata dal Pontefice:

 

Madre Aparecida, come Te un giorno, 
così mi sento oggi davanti 
a te e a Dio, 
che ci propone per la vita una missione
i cui contorni e limiti non conosciamo, 
le cui esigenze intravediamo appena. 
Ma, nella Tua fede grazie alla quale 
“nulla è impossibile a Dio”,
Tu, o Madre, non hai esitato 
ed io non posso esitare. 

C. Ecco la Serva del Signore. Avvenga per me secondo la tua parola

Così, o Te, come Te, 
io abbraccio la mia missione. 
Nelle tue mani pongo la mia vita, 
E andiamo, Tu-Madre ed Io-Figlio, 
a camminare insieme, credere insieme, lottare insieme, 
vincere insieme, 
come sempre insieme camminaste Tu e Tuo Figlio. 

C. Donna, ecco tuo figlio! Figlio, ecco tua Madre! 

Madre Aparecida, 
un giorno portasti Tuo Figlio 
al tempio per consacrarlo al Padre 
perché fosse totalmente disponibile
alla missione. 
Portami oggi dallo stesso Padre, 
consacrami a Lui 
con tutto quello che sono e con tutto quello che ho. 

C. Sono qui! Inviami!

Madre Aparecida, 
pongo nelle Tue mani 
e porto al Padre i nostri e Tuoi giovani, 
la Giornata Mondiale della Gioventù: 
quanta forza, quanta vita, 
e quanto dinamismo che germoglia ed esplode 
e che può essere al servizio della vita, 
dell’umanità. 

C. Accogli e santifica, o Padre, la Tua gioventù!

Infine, Madre, ti chiediamo: 
rimani qui, 
accogli sempre i Tuoi figli 
e figlie pellegrini, 
ma vieni anche con noi, 
stai sempre al nostro fianco 
ed accompagna nella missione 
la grande famiglia di fedeli, 
soprattutto quando la Croce pesa di più, 
sostieni la nostra speranza e la nostra fede. 

C. Sii fedele fino alla morte ed io ti darò la corona della vita! Amen

 

(Tratto da Radio Vaticana)

La storia della Nostra Signora di Aparecida comincia nel 1717, quando si seppe che il conte di Assumar, don Pedro di Almeida e del Portogallo, governatore della Provincia di San Paolo e Minas Gerais, si sarebbe fermato nel villaggio di Guaratinguetá, durante il suo viaggio verso Vila Rica, l'odierna Ouro Preto in Minas Gerais. Per questa occasione, alcuni pescatori furono incaricati di fornire il pesce per il banchetto da tenersi il giorno dopo, in occasione della visita del conte. Tre pescatori, Domingos Garcia, Filipe Pedroso e João Alves, andarono a pescare nel fiume Paraíba. Dopo alcuni tentativi infruttuosi, gettarono le reti in un'area chiamata Porto Itaguaçu. João Alves trovò nella sua rete una statua della Madonna, ma le mancava la testa. Gettò nuovamente le reti e questa volta vi era la testa della statua. In seguito i tre pescatori provarono a gettare le reti e queste si riempirono di pesci. Per 15 anni la statua rimase nella casa di Felipe Pedroso, dove i vicini si riunivano per pregare il rosario. La devozione comincio a diffondersi: alcuni fedeli, che avevano pregato davanti alla statua, affermarono di aver ricevuto delle grazie. Il culto si diffuse in tutto il Brasile.

 

NS_Aparecida.png

 

 

 

Repost 0
Published by la strada per la felicità - in ...alla Beata Vergine Maria
scrivi un commento
12 ottobre 2017 4 12 /10 /ottobre /2017 20:16
12 ottobre : Nostra Signora del Pilar - una storia straordinaria

 Preghiera a Nostra Signora del Pilar


Ave Maria,
Madre di Cristo e della Chiesa!
Ave, vita dolcezza e speranza nostra!
Alle tue cure affido questa sera
le necessità di tutte le famiglie della Spagna,
le gioie dei bambini, i desideri dei giovani,
le preoccupazioni degli adulti, il dolore dei malati,
e la serena vecchiaia degli anziani
Vergine santa del Pilar: aumenta la nostra fede,
rafforza la nostra speranza, ravviva la nostra carità.
Soccorri quelli che soffrono disgrazie,
quelli che soffrono per la solitudine, per l’ignoranza
o per la fame o per la mancanza di lavoro.
Rafforza i deboli nella fede.
Suscita nei giovani la disponibilità
per una donazione piena a Dio.
Proteggi la Spagna intera e i suoi cittadini, uomini e donne.
E assisti maternamente, o Maria,
quanti t’invocano come Patrona della Spagna. 
Così sia. 

 

 

 

Storia di un grandissimo miracolo...

 

La parola pilar nella lingua spagnola significa letteralmente pilastro. La tradizione vuole che la Vergine nell’anno 39 si recò a Saragozza da Gerusalemme per confortare l’Apostolo Giacomo deluso dall’inefficienza della sua predicazione; vicino alle sponde del fiume Ebro, gli donó il pilastro, chiedendogli di edificare un tempio in suo onore nelle vicinanze. Si dice che il pilastro fu posto da San Giacomo nello stesso punto nel quale si trova oggi, e che nonostante la chiesa abbia subito vari cambiamenti e vicissitudini, tra cui un incendio, il pilastro si sia conservato nei secoli. Si tratta di una colonna di diaspro, ricoperta completamente di bronzo ed argento; solo nella parte posteriore della cappella vi è un piccolo spazio che permette toccare, baciare e venerare la colonna originale. In seguito la tradizione popolare ha dato al nome “pilar”, dove è poggiata l’immagine di Maria. Pilar è inoltre un nome femminile comune in tutta la Spagna e in particolar modo in Aragona.

Miguel Juan Pellicier nato a Calandra (Saragozza) si è trasferito di propria volontà a Valencia, in campagna, per lavorare da agricoltore. L’emigrato è un giovane di 20 anni, membro di una numerosa famiglia povera, che per non essere di peso prende questa decisione, anche spinto da una grande fede. Egli cerca di mandare qualche soldo a casa. Ma un giorno mentre guida un carro carico di grano, nel mese di luglio sotto un caldo afoso, un colpo di sonno lo fa cadere a terra tra la polvere, con una ruota del pesante mezzo che gli attraversa la gamba destra, frantumandogli la tibia in più parti. Subito viene condotto all’Hospital Real di Valencia. Resterà ricoverato per 5 giorni, ma tutte le cure non ottengono nessun risultato. Miguel Juan è devotissimo alla Virgo di Pilar e vuole essere trasferito a Saragozza. Là verrà ricoverato all’Hospital de Nuestra Senora de Grazia, dopo un viaggio di 300 km con mezzi di fortuna e due mesi di tempo. Nell’ottobre 1637 giunge a destinazione con febbre molto alta e per prima cosa vuole vedere la sua Madonna. Soltanto dopo si recherà in ospedale, dove i medici gli amputeranno la gamba, poiché la cancrena è in stato molto avanzato. Durante la convalescenza l’indomito fedele si reca al Santuario del Pilar per ringraziare la Madonna per avergli salvato la vita. Lì con un lasciapassare, data la situazione, per poter chiedere l’elemosina (era la prassi di quell’epoca) si recherà ogni giorno a chiedere ai francescani dell’olio delle lampade, già consumato, per ungersi la ferita, contro le indicazioni mediche poiché il moncone era in fase di guarigione. Solo la fede lo aiuterà in questi anni. Nel 1640 Juan tornerà dai suoi parenti che lo accoglieranno con gioia. Qui avverrà il miracolo. La notte del 29 marzo dopo una giornata intensa di faticoso lavoro, andò a dormire per terra sulla paglia, dopo aver pregato, perché la sua stanza è stata donata ad alcuni soldati che si dovevano recare alla frontiera francese. La madre prima di andare a dormire passa dalla camera da letto dove dormiva Miguel. Subito viene colpita da un intenso profumo di rose. Illuminato il figlio con una lampada vede che egli dorme, ma ecco lo stupore: dal mantello che lo copre fuoriescono due gambe. La donna meravigliata chiama il marito, pensando che un soldato abbia sbagliato stanza. Il padre alza il mantello e sbalordito scruta attentamente il figlio alla fioca luce; vede ciò che aveva visto la moglie: Miguel ha due gambe. Egli si sveglia e con grande gioia si accorge che per la sua fede è stato premiato: la gamba che era stata seppellita a più di 100 km di distanza si era riattaccata. Ebbe inizio il processo (gli atti sono conservati nel Santuario della Vergine del Pilar). I testimoni furono tanti: soldati, medici, dottori in legge e teologia, sindaci, il seppellitore della gamba e tanti altri. Come prima cosa la buca del cimitero venne trovata vuota. Il 27 aprile 1641 fu emanata la sentenza finale: si era avverato il miracolo dei miracoli.

Repost 0
Published by la strada per la felicità - in ...alla Beata Vergine Maria
scrivi un commento
11 ottobre 2017 3 11 /10 /ottobre /2017 20:38

 

Preghiera

 

O Dio di immensa bontà,

che hai insegnato a Santa Maria Soledad, vergine,

a percorrere la via della perfezione

servendoti negli infermi,

per sua intercessione,

accendi nei nostri cuori il fuoco della carità,

affinché custodiamo con gioia

i comandi del tuo amore.

Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio,

che é Dio, e vive e regna con te,

nell'unità dello Spirito Santo,

per tutti i secoli dei secoli.

Amen

 

 

 

 

Preghiera a Santa Maria Soledad

 

O Santa Maria Soledad! assidua contemplatrice dei dolori della Vergine: voi della sua mesta solitudine decoraste il vostro nome; ne faceste la vita del vostro spirito e il farmaco di salute in pro di tanti sofferenti, per i quali spendeste il vostro pietoso apostolato.

 

O Madre Santa! riservate anche a noi le vostre preziose cure: vedete quante infermità ci affliggono nell'anima e nel corpo: deh! otteneteci da Gesù, per l'amore della immacolata e addolorata sua Madre, la liberazione da tutti i mali, e la perfetta rassegnazione al suo divin volere, affinché pure noi lo serviamo fedelmente, come voi lo serviste, e meritiamo in premio la vita eterna. Così sia.

 

Repost 0
Published by la strada per la felicità - in Preghiere al Santo del giorno
scrivi un commento
10 ottobre 2017 2 10 /10 /ottobre /2017 07:24

 

Preghiera a  San Daniele Colomboni


O Dio, che vuoi la salvezza di tutti, 
risveglia in ogni cristiano un forte slancio missionario, 
affinché Cristo sia annunciato a coloro 
che non l'hanno ancora conosciuto. 
Suscita molte vocazioni 
e sostieni con la tua grazia i missionari 
nell'opera di evangelizzazione. 
Concedi ad ognuno di noi, 
per l'intercessione del beato Daniele Comboni, 
di sentire la responsabilità verso le missioni 
e soprattutto di comprendere che il nostro primo impegno 
per la diffusione della fede è quello di vivere
 una vita profondamente cristiana. 
Per Cristo nostro Signore. Amen. 

 

 

 

 
Preghiera a  San Daniele Colomboni

 

O Padre,
San Daniele Comboni ha vissuto una mirabile
e sconfinata fiducia in Te: dona anche a noi
per sua intercessione una fede semplice e grande,
che si abbandona fiduciosamente
ogni giorno alla tua volontà.
 
O Padre,
lo spirito di sacrificio e l'amore eroico alla Croce
ardevano nel cuore di San Daniele Comboni:
dona anche a noi un cuore generoso come il suo,
che sa donarsi nel sacrificio senza stancarsi.
 
O Padre,
San Daniele Comboni aveva un amore immenso
per le anime dei più poveri e abbandonati:
fa che non abbiamo pace, come lui,
se qualche fratello
ancora non ti ha conosciuto; fa di noi missionari
del Vangelo perchè tanti ti possano incontrare.
 
O Padre,
San Daniele Comboni ha trascorso tutta la sua vita
per la diffusione del Tuo regno fra i popoli dell’Africa,
ha amato intensamente l’Africa e gli Africani:
per sua intercessione dona il pane del Vangelo
ai popoli africani e sostieni i missionari in quelle terre.
 
San Daniele Comboni,
prega per noi!

 

 

 

VITA DEL SANTO

 

Daniele Colomboni, nato a Limone sul Garda (BS), il 15 marzo 1831, si trasferì ancora ragazzo a Verona, dove alla scuola di Don Nicola Mazza, si aprì a grandi ideali di apostolato missionario. La sua vocazione, accesa al ricordo dei Martiri, si consacrò in un giuramento di consacrazione totale all’Africa (1849) che lo portò a rischiare più volte la vita in estenuanti spedizioni missionarie fin dal 1857.

Nella fiducia che gli Africani sarebbero divenuti essi stessi protagonisti della loro salvezza, ideò un progetto per "salvare l’Africa con l’Africa" (Piano del 1864). Fedele al suo motto "O NIGRIZIA O MORTE", nonostante le difficoltà, proseguì nel suo disegno fondando nel 1867 l’Istituto dei Missionari Comboniani.
Voce profetica, annunciò alla Chiesa tutta, particolarmente in Europa, che era giunta l’ora della salvezza dei popoli dell’Africa. Non esitò, per questo, a presentarsi, lui semplice sacerdote, al Concilio Vaticano I per chiedere ai Vescovi che "ogni Chiesa locale" venisse coinvolta nella conversione dell’Africa (Lettera del 1870).

Con coraggio non comune per allora, fondò nel 1872 un Istituto di Suore esclusivamente consacrate alle missioni, le Suore Missionarie Comboniane. Per gli Africani spese tutte le sue energie, e si batté per l’abolizione della schiavitù. Consacrato vescovo dell’Africa Centrale nel 1877, morì stroncato dalle fatiche e dalle croci, a Khartoum la sera del 10 ottobre 1881.

Ebbe una idea-forza che lo guidò in tutta la sua vita: consacrarsi per l'evangelizzazione degli africani. E lo fece con impegno, poiché era sicuro che Dio lo voleva.

Un giorno il Dicastero di Propaganda Fide fece sapere a Daniele Comboni: "O tu mi assicuri che vivi 35 anni ancora e così mi organizzi bene l’evangelizzazione dell’Africa Centrale, oppure mi fondi Istituti tuoi che assicurino l’opera dopo di te!". E così Daniele Comboni divenne fondatore. Circa 4.000 uomini e donne – sacerdoti, fratelli, suore, missionarie secolari e laici – provenienti da più di 30 nazioni, oggi
incarnano il carisma e la passione di Daniele Comboni per "i più poveri ed abbandonati" sui campi della missione ad gentes, in più di 40 paesi di quattro continenti.
Insieme ad un grande numero di amici e collaboratori animati dalla stessa spiritualità, i membri degli istituti Comboniani formano la grande famiglia Comboniana.

Nuovi frutti del carisma comboniano sono: L'Istituto Secolare Missionarie Comboniane 1969 e il Laici Missionari Comboniani 1990. Il 17 marzo 1996 Daniele Comboni viene beatificato da Giovanni Paolo II in San Pietro a Roma. Daniele Comboni fu un uomo di fede solida e sicuro della sua vocazione. La canonizzazione avverrà invece il 5 ottobre 2003 sempre in piazza San Pietro. Ormai il carisma di Daniele Comboni è patrimonio della Chiesa Universale.

 

 

I cantici nella preghiera di San Daniele Comboni

Repost 0
Published by La gioia della preghiera - in Preghiere al Santo del giorno
scrivi un commento
8 ottobre 2017 7 08 /10 /ottobre /2017 23:08

 

Novena a San Luca Evangelista


 
I. Glorioso s. Luca, che, al primo udire le prediche di S. Paolo abbandonaste la idolatria per abbracciare il Vangelo, ottenete a noi tutti la grazia di eseguire sempre fedelmente tutte le inspirazioni con cui il Signore ci invita all'abbandono del male e all'esercizio del bene.
 

Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo come era in principio ora e sempre nei secoli dei secoli.
 

 

II. Glorioso s. Luca, che, convertito appena alla fede, ne diveniste apostolo così zelante da seguir sempre S.Paolo in tutti quanti i suoi viaggi, e da formar sempre l'oggetto di una special compiacenza; ottenete a noi tutti la grazia di corrispondere sempre fedelmente a tutti i divini favori, e di zelare fino alla morte la santificazione e la salvezza dei nostri prossimi col tenerci uniti a coloro che sono i pubblici dispensatori delle celesti misericordie.


 
Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo come era in principio ora e sempre nei secoli dei secoli.
 

 

III. Glorioso s. Luca, che, per ostendere a tutto il mondo sino alla fine dei secoli la scienza divina della salute, registraste in apposito libro, non solo gli insegnamenti e le gesta del nostro Signore Gesù Cristo, ma ancora i fatti più meravigliosi dei suoi Apostoli per la fondazione della Chiesa; ottenete a noi tutti la grazia di conformare sempre la nostra vita a quei santissimi documenti che per impulso particolare dello Spirito Santo, e sotto la sua dettatura, avete dato a tutti i popoli nei vostri libri divini.


 
Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo come era in principio ora e sempre nei secoli dei secoli.
 

 

IV. Glorioso S. Luca, che, per la verginità di cui faceste costantemente professione, meritaste d'avere una special famigliarità con la regina della vergine Maria santissima, che vi erudì personalmente, non solo in ciò che riguarda la sua divina elezione in vera Madre di Dio, ma ancora in tutti i misteri dell'incarnazione del Verbo, dei suoi primi passi nel mondo, e della privata sua vita; ottenete a noi tutti la grazia di amar anche noi costantemente la bella virtù della purità, per meritarci noi pure quei favori che agli imitatori fedeli delle sue virtù dispensa sempre generosissima la comune avvocata o Madre nostra Maria.


 
Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo come era in principio ora e sempre nei secoli dei secoli.
 

 

V. Glorioso S. Luca, che, malgrado i tanti talenti che vi potevano assicurare una gran fortuna nel mondo, non solo metteste la vostra gloria nel partecipare ai disagi, alle prigionie,ai patimenti del Santo Apostolo Paolo, ma foste ancora così amante dell'evangelica penitenza, da portar sempre, come dice la Chiesa, la mortificazione di Cristo in tutto quanto le vostre membra, ond'è che, crocifissa la vostra carne con ogni sorta di penalità, e fatto sovrabbondante di meriti il vostro spirito con le tante conversioni da voi operate in Occidente e in Oriente, confermaste ancora, con la vostra morte per Gesù Cristo sofferta, la divinità di sua fede: ottenete a noi tutti la grazia di sempre autenticar con l'esempio la verità delle massime che professiamo, e di essere sempre disposti a qualunque più arduo sacrificio anziché smentire una sola volta il glorioso carattere di figliuoli di Dio e di discepoli del Crocifisso.


 
Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo come era in principio ora e sempre nei secoli dei secoli.

 

Repost 0
Published by La gioia della preghiera - in Inizio delle Novene...
scrivi un commento
8 ottobre 2017 7 08 /10 /ottobre /2017 09:50

 

Preghiera a Santa Reparata


O Vergine e Martire, Santa Reparata, tu ancora adolescente sei stata affascinata dall'amore di Cristo e lo hai preferito ad ogni altro progetto terreno, fino ad accettare il martirio per non tradirlo, ti supplichiamo di intercedere per noi presso il Padre che sceglie le creature più miti e più deboli per confondere la potenza del mondo.
Ottienici di credere che la vita donata all'amore di Cristo non è perduta, ma guadagnata. Suscita nei giovani il coraggio e la gioia della castità. 
Impetra dalla sapienza dello Spirito la chiarezza della fede per riuscire a compiere anche oggi scelte generose in risposta alle chiamate di Dio. Prega per tutti perchè possiamo sentire sempre vicino, anche nei momenti delle prove più dure, Gesù che è morto per noi e ha donato a Te la forza di morire per Lui, a lode e gloria di Dio. Amen.

 

 

 

VITA DELLA SANTA 

 

La prima testimonianza del culto di santa Reparata risale al IX secolo quando nel «Martirologio di Beda» compare per la prima volta il suo nome all'8 ottobre. Tratta da questo testo la «Passio» della santa ebbe subito molte recensioni, che ci sono pervenute da diverse zone dell'Occidente. La devozione si diffonde in Italia in maniera particolare a Firenze, Atri, Napoli e Chieti. Secondo il «Martirologio Romano» il martirio di santa Reparata avvenne a Cesarea di Palestina sotto l'imperatore Decio a causa del suo rifiuto di sacrificare agli idoli e «fu sottoposta a diverse specie di torture. Fu infine messa a morte con un colpo di clava. Si vide la sua anima uscire dal corpo e salire al cielo sotto forma di colomba». A parte questo riferimento alle persecuzioni del 250-251 non vi sono altre notizie sulla vita della santa. Nell'arte è stata rappresentata in poche ma importantissime opere, i cui autori sono Arnolfo di Cambio, Andrea Pisano, Domenico Passignano; opere eseguite tutte a Firenze. (Avvenire) 

Repost 0
Published by La gioia della preghiera
scrivi un commento
8 ottobre 2017 7 08 /10 /ottobre /2017 09:40

Questa preghiera è stata tramandata oralmente dalla tradizione cattolica e la sua origine è incerta. Madre Teresa di Calcutta la recitava 9 volte di seguito per invocare una grazia alla Beata Vergine.

 

In Latino :

Memoráre, o piissima Virgo Maria,
non esse auditum a saéculo quémquam ad tua curréntem praesídia,
tua implorántem auxilla, tua peténtem suffrágia,
esse derelictum.

Ego, tali animátus confidentia,
ad te, Virgo virginum, Mater,
curro, ad te venio, coram te,
gemens peccátor, adsisto.

Noli, Mater Verbi,
verba mea despicere,
sed audi propitia et exáudi.
Amen.

 

 

In Italiano :

Ricordati, o piissima Vergine Maria,

che non si è mai udito
che qualcuno sia ricorso alla tua protezione,
abbia implorato il tuo patrocinio
e domandato il tuo aiuto,
e sia rimasto abbandonato.

Sostenuto da questa fiducia,
mi rivolgo a te, Madre, Vergine delle vergini.
Vengo a te, con le lacrime agli occhi,
colpevole di tanti peccati,
mi prostro ai tuoi piedi e domando pietà.
Non disprezzare la mia supplica,
o Madre del verbo,
ma benigna ascoltami ed esaudiscimi.

 

 

Repost 0
Published by la strada per la felicità - in ...alla Beata Vergine Maria
scrivi un commento

Presentazione

  • : La gioia della preghiera
  • La gioia della preghiera
  • : Questo blog nasce dall'esigenza di condividere col mondo una scoperta che mi aiuta nella vita di tutti i giorni e che mi rende una persona migliore: la preghiera... Se volete contattarmi: lagioiadellapreghiera@hotmail.it
  • Contatti

Fateci Uscire Da Qui (Un Libro Che Invito A Leggere Coloro Che Hanno Perso I Loro Cari)