Questa preghiera è stata tramandata oralmente dalla tradizione cattolica e la sua origine è incerta. Madre Teresa di Calcutta la recitava 9 volte di seguito per invocare una grazia alla Beata Vergine.

 

In Latino :

Memoráre, o piissima Virgo Maria,
non esse auditum a saéculo quémquam ad tua curréntem praesídia,
tua implorántem auxilla, tua peténtem suffrágia,
esse derelictum.

Ego, tali animátus confidentia,
ad te, Virgo virginum, Mater,
curro, ad te venio, coram te,
gemens peccátor, adsisto.

Noli, Mater Verbi,
verba mea despicere,
sed audi propitia et exáudi.
Amen.

 

 

In Italiano :

Ricordati, o piissima Vergine Maria,

che non si è mai udito
che qualcuno sia ricorso alla tua protezione,
abbia implorato il tuo patrocinio
e domandato il tuo aiuto,
e sia rimasto abbandonato.

Sostenuto da questa fiducia,
mi rivolgo a te, Madre, Vergine delle vergini.
Vengo a te, con le lacrime agli occhi,
colpevole di tanti peccati,
mi prostro ai tuoi piedi e domando pietà.
Non disprezzare la mia supplica,
o Madre del verbo,
ma benigna ascoltami ed esaudiscimi.

 

 

Torna alla home