Novena a Santa Monica
(si recita dal 18 al 26 agosto)

 

I. Gloriosa santa Monica, che fin dalla più tenera età, accogliendo con santa gioia le correzioni delle vostre istitutrici, vi emendaste con somma premura d’ogni più leggera imperfezione, e faceste vostra delizia la più edificante modestia, otteneteci la grazia di vegliare continuamente alla correzione dei nostri difetti, onde modellarci sempre sopra le norme della perfezione evangelica.

 

Gloria al Padre…

 

II. Gloriosa santa Monica, che, sposata per paterna disposizione ad un marito quanto nobile e ricco, altrettanto brutale di costume, e tenace nell’idolatria in cui era nato, sapeste opporre così bene la vostra virtù ai suoi vizi da far regnare costantemente nella vostra casa la più inviolabile pace, da allevare nel santo timor di Dio tutta la vostra figliolanza, e da convertire finalmente alla fede e rendere modello d’ogni virtù il vostro dissoluto consorte, ottenete a tutti noi la grazia di tollerare sempre con santa rassegnazione i difetti di tutti coloro coi quali ci obbligasse a convivere il nostro stato, e di regolarci sempre così cristianamente da condurre col nostro esempio e coi nostri consigli sulla strada della salute tutti coloro che ne fossero in qualche modo sviati.

 

Gloria al Padre…

 

III. Gloriosa Santa Monica, che provata nella vostra vedovanza coi traviamenti del primo e più illuminato dei vostri figli, Agostino, metteste tutta la vostra fiducia nelle lacrime o nell’orazione, e dopo averlo seguito in Cartagine ed in Italia, ove andava a portare con la dispensazione delle sue letterarie cognizioni anche lo scandalo dei suoi costumi, aveste finalmente la massima di tutte le consolazioni, vedendolo come un altro san Paolo, divenuto tutto di Dio, emulare le più belle virtù di san Simpliciano e di sant’Ambrogio che avevano cooperato al suo ravvedimento, e percorrere a grandi passi quella carriera che lo sollevò ai primi onori della Gerarchia ecclesiastica e ai primi seggi del Paradiso, ottenete a noi tutti la grazia di non sconfortarci mai per il ritardato esaudimento delle nostre preghiere, e di adoperarci con ogni impegno per la santificazione dei nostri fratelli, onde assicurarci quella gloria particolare che è promessa a tutti coloro che istruiscono gli altri nella giustizia.

 

Gloria al Padre…

 

 

Torna alla home