Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
25 luglio 2013 4 25 /07 /luglio /2013 22:00

medjiugorie.jpg

 

Padre Slavko, ha dedicato la sua vita a diffondere il messaggio di pace e riconciliazione della Madonna e punto di riferimento dei pellegrini di Medjugorje dal 1983 al 2000, anno della sua scomparsa, ha redatto un memoriale per il fedele che si approccia al messaggio che la Madonna dona al mondo tramite i veggenti.

 

1. RICEVETELO il giorno nel quale è stato donato


2. LEGGETELO una prima volta in spirito di preghiera


3. ACCOGLIETELO nel fondo del vostro cuore


4. CONSIDERATELO come un messaggio che la Vergine vi dà personalmente e siateLe riconoscenti !!


5. COPIATE il messaggio e mettetelo nel vostro messale, sul frigorifero, in ufficio, sullo specchio del bagno, sul parabrezza e dovunque, in modo da ricordarvelo sempre e che diventi il vostro compagno per tutto il mese; con il permesso del vostro Parroco affiggetelo in parrocchia


6. CONDIVIDETE il messaggio con tutti quelli che incontrate: è un tesoro del Cielo! Fate in modo che Tutto il mondo ne parli, fatelo pubblicare


7. PREGATE il messaggio ogni giorno del mese; fate in modo che il messaggio dia il tono alla vostra vita spirituale. Vi farà crescere, vi aprirà al pentimento, alla guarigione ed alla speranza.


8. CERCATE nel Vangelo i passaggi nei quali Gesù dice cose analoghe a quelle suggerite dalla Madonna.

 

 

Messaggio del 25 Luglio 2013 :


"Cari figli! Con la gioia nel cuore vi invito tutti a vivere la vostra fede ed a testimoniarla col cuore e con l'esempio in ogni modo. Decidetevi figlioli di stare lontano dal peccato e dalle tentazioni; nei vostri cuori ci sia la gioia e l'amore per la santità. Io, figlioli, vi amo e vi accompagno con la mia intercessione davanti all'Altissimo. Grazie per aver risposto alla mia chiamata."


Repost 0
Published by la strada per la felicità - in Messaggi di Medjugorje
scrivi un commento
25 giugno 2013 2 25 /06 /giugno /2013 23:02

medjiugorie.jpg

 

Padre Slavko, ha dedicato la sua vita a diffondere il messaggio di pace e riconciliazione della Madonna e punto di riferimento dei pellegrini di Medjugorje dal 1983 al 2000, anno della sua scomparsa, ha redatto un memoriale per il fedele che si approccia al messaggio che la Madonna dona al mondo tramite i veggenti.

 

1. RICEVETELO il giorno nel quale è stato donato


2. LEGGETELO una prima volta in spirito di preghiera


3. ACCOGLIETELO nel fondo del vostro cuore


4. CONSIDERATELO come un messaggio che la Vergine vi dà personalmente e siateLe riconoscenti !!


5. COPIATE il messaggio e mettetelo nel vostro messale, sul frigorifero, in ufficio, sullo specchio del bagno, sul parabrezza e dovunque, in modo da ricordarvelo sempre e che diventi il vostro compagno per tutto il mese; con il permesso del vostro Parroco affiggetelo in parrocchia


6. CONDIVIDETE il messaggio con tutti quelli che incontrate: è un tesoro del Cielo! Fate in modo che Tutto il mondo ne parli, fatelo pubblicare


7. PREGATE il messaggio ogni giorno del mese; fate in modo che il messaggio dia il tono alla vostra vita spirituale. Vi farà crescere, vi aprirà al pentimento, alla guarigione ed alla speranza.


8. CERCATE nel Vangelo i passaggi nei quali Gesù dice cose analoghe a quelle suggerite dalla Madonna.

 

 

Messaggio del 25 Giugno 2013 :


"Cari figli! Con la gioia nel cuore vi amo tutti e vi invito ad avvicinarvi al mio cuore Immacolato affinchè Io possa avvicinarvi ancora di più al mio Figlio Gesù perché Lui vi dia la sua pace e il suo amore che sono il nutrimento per ciascuno di voi. Apritevi, figlioli, alla preghiera, apritevi al mio amore. Io sono vostra Madre e non posso lasciarvi soli nel vagare e nel peccato. Figlioli, siete invitati ad essere i miei figli, i miei amati figli perché possa presentarvi tutti al mio Figlio. Grazie per aver risposto alla mia chiamata. "

 


Repost 0
Published by la strada per la felicità - in Messaggi di Medjugorje
scrivi un commento
25 maggio 2013 6 25 /05 /maggio /2013 21:00

medjiugorie.jpg

 

Padre Slavko, ha dedicato la sua vita a diffondere il messaggio di pace e riconciliazione della Madonna e punto di riferimento dei pellegrini di Medjugorje dal 1983 al 2000, anno della sua scomparsa, ha redatto un memoriale per il fedele che si approccia al messaggio che la Madonna dona al mondo tramite i veggenti.

 

1. RICEVETELO il giorno nel quale è stato donato


2. LEGGETELO una prima volta in spirito di preghiera


3. ACCOGLIETELO nel fondo del vostro cuore


4. CONSIDERATELO come un messaggio che la Vergine vi dà personalmente e siateLe riconoscenti !!


5. COPIATE il messaggio e mettetelo nel vostro messale, sul frigorifero, in ufficio, sullo specchio del bagno, sul parabrezza e dovunque, in modo da ricordarvelo sempre e che diventi il vostro compagno per tutto il mese; con il permesso del vostro Parroco affiggetelo in parrocchia


6. CONDIVIDETE il messaggio con tutti quelli che incontrate: è un tesoro del Cielo! Fate in modo che Tutto il mondo ne parli, fatelo pubblicare


7. PREGATE il messaggio ogni giorno del mese; fate in modo che il messaggio dia il tono alla vostra vita spirituale. Vi farà crescere, vi aprirà al pentimento, alla guarigione ed alla speranza.


8. CERCATE nel Vangelo i passaggi nei quali Gesù dice cose analoghe a quelle suggerite dalla Madonna.

 

 

Messaggio del 25 Maggio 2013 :


"Cari figli! Oggi vi invito ad essere forti e decisi nella fede e nella preghiera affinché le vostre preghiere siano tanto forti da aprire il cuore del mio amato Figlio Gesù. Pregate figlioli, senza sosta affinché il vostro cuore si apra all’amore di Dio. Io sono con voi, intercedo per tutti voi e prego per la vostra conversione. Grazie per aver risposto alla mia chiamata. 



Repost 0
Published by la strada per la felicità - in Messaggi di Medjugorje
scrivi un commento
25 aprile 2013 4 25 /04 /aprile /2013 11:24

Padre Slavko, ha dedicato la sua vita a diffondere il messaggio di pace e riconciliazione della Madonna e punto di riferimento dei pellegrini di Medjugorje dal 1983 al 2000, anno della sua scomparsa, ha redatto un memoriale per il fedele che si approccia al messaggio che la Madonna dona al mondo tramite i veggenti.



 

1. RICEVETELO il giorno nel quale è stato donato


2. LEGGETELO una prima volta in spirito di preghiera


3. ACCOGLIETELO nel fondo del vostro cuore


4. CONSIDERATELO come un messaggio che la Vergine vi dà personalmente e siateLe riconoscenti !!


5. COPIATE il messaggio e mettetelo nel vostro messale, sul frigorifero, in ufficio, sullo specchio del bagno, sul parabrezza e dovunque, in modo da ricordarvelo sempre e che diventi il vostro compagno per tutto il mese; con il permesso del vostro Parroco affiggetelo in parrocchia


6. CONDIVIDETE il messaggio con tutti quelli che incontrate: è un tesoro del Cielo! Fate in modo che Tutto il mondo ne parli, fatelo pubblicare


7. PREGATE il messaggio ogni giorno del mese; fate in modo che il messaggio dia il tono alla vostra vita spirituale. Vi farà crescere, vi aprirà al pentimento, alla guarigione ed alla speranza.


8. CERCATE nel Vangelo i passaggi nei quali Gesù dice cose analoghe a quelle suggerite dalla Madonna.

 

 

 

 

Messaggio del 25 Aprile 2013 :

 

"Cari figli! Pregate, pregate, soltanto pregate affinché il vostro cuore si apra alla fede come il fiore si apre ai raggi caldi del sole. Questo è il tempo di grazia che Dio vi da attraverso la mia presenza e voi siete lontani dal mio cuore. Perciò vi invito alla conversione personale ed alla preghiera in famiglia. La Sacra scrittura sia sempre l’esortazione per voi. Vi benedico tutti con la mia benedizione materna. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.

 

 

 

 

 

Vi riporto una bellissima interpretazione di Padre Livio dell'ultimo messaggio, sopra riportato, direttamente da  una sua newsletter di Radio Maria :

 

 

"Cari amici,

La Regina della Pace nel suo ultimo messaggio si lamenta che, nonostante il tempo di grazia della sua lunga presenza, siamo lontani del suo Cuore.

Perché ci capita di allontanarci dal Cuore di Maria, nonostante da tanti anni ascoltiamo i suoi messaggi e siamo fra coloro che presumono di aver risposto alla sua chiamata?

Questo avviene perché perdiamo il fervore della preghiera e non siamo capaci di risollevarci ogni volta che la stanchezza e la tiepidezza prendono il sopravvento.

Quando non preghiamo, o preghiamo male, la presenza di Dio si dissolve. La nostra mente è irretita dalle cose del mondo e nel cuore si deposita la polvere dell’effimero.

L’anima che non prega è in uno stato di estrema debolezza, perché non si rende conto che il tentatore la trascina lontano da Dio sulla via del male.

Perciò la Madre non si stanca di esortare alla preghiera col triplice “Pregate, pregate, pregate” in modo tale che il cuore si apra a Dio come i fiori alla luce e al calore del sole.

Nella preghiera ci mostra lo stato della nostra anima e ci chiama alla conversione, dandoci la forza di decidere oggi quello che vorremmo rimandare a domani.

La Madonna sa che la gente passa molto del suo tempo in famiglia e vuole che la casa diventi una chiesa domestica, dove si prega insieme, in particolare il S. Rosario e dove si nutre la fede con la lettura della Bibbia.

Siamo fiori appassiti che la Madonna vuole, in questo mese di Maggio, rivestire col suo splendore."

 

 

 

 

 


Repost 0
Published by la strada per la felicità - in Messaggi di Medjugorje
scrivi un commento
29 marzo 2013 5 29 /03 /marzo /2013 11:19

acqua.jpg

 

 

Le indicazioni relative al digiuno e all'astinenza sono tratte dalla nota pastorale dell'episcopato italiano "IL SENSO CRISTIANO DEL DIGIUNO E DELL' ASTINENZA"***

 

Ecco le conclusioni di tale nota pastorale :

 

"Per legge divina, tutti i fedeli sono tenuti a fare penitenza, ciascuno a proprio modo; ma perché tutti siano tra loro uniti da una comune osservanza della penitenza, vengono stabiliti dei giorni penitenziali in cui i fedeli attendano in modo speciale alla preghiera, facciano opere di pietà e di carità, sacrifichino se stessi compiendo più fedelmente i propri doveri e soprattutto osservando il digiuno e l'astinenza''. Queste disposizioni normative sono la determinazione della disciplina penitenziale della Chiesa universale, che i canoni 1251 e 1253 del Codice di diritto canonico affidano alle Conferenze Episcopali.

 

1)      La legge del digiuno "obbliga a fare un unico pasto durante la giornata, ma non proibisce di prendere un po' di cibo al mattino e alla sera, attenendosi, per la quantità e la qualità, alle consuetudini locali approvate

 

2)      La legge dell'astinenza proibisce l'uso delle carni, come pure dei cibi e delle bevande che, ad un prudente giudizio, sono da considerarsi come particolarmente ricercati e costosi.

 

3)      I1 digiuno e l'astinenza, nel senso sopra precisato, devono essere osservati il Mercoledì delle Ceneri (o il primo venerdì di Quaresima per il rito ambrosiano) e il Venerdì della Passione e Morte del Signore Nostro Gesù Cristo; sono consigliati il Sabato Santo sino alla Veglia pasquale.

 

4)      L'astinenza deve essere osservata in tutti e singoli i venerdì di Quaresima, a meno che coincidano con un giorno annoverato tra le solennità (come il 19 o il 25 marzo). In tutti gli altri venerdì dell'anno, a meno che coincidano con un giorno annoverato tra le solennità, si deve osservare l'astinenza nel senso detto oppure si deve compiere qualche altra opera di penitenza, di preghiera, di carità.

 

5)      Alla legge del digiuno sono tenuti tutti i maggiorenni fino al 60' anno iniziato; alla legge dell'astinenza coloro che hanno compiuto il 14' anno di età.

 

6)      Dall'osservanza dell'obbligo della legge del digiuno e dell'astinenza può scusare una ragione giusta, come ad esempio la salute. Inoltre, "il parroco, per una giusta causa e conforme alle disposizioni del Vescovo diocesano, può concedere la dispensa dall'obbligo di osservare il giorno (...) di penitenza, oppure commutarlo in altre opere pie; lo stesso può anche il Superiore di un istituto religioso o di una società di vita apostolica, se sono clericali di diritto pontificio, relativamente ai propri sudditi e agli altri che vivono giorno e notte nella loro casa”

 

 

Il digiuno è segno della nostra volontà di espiazione, infatti afferma San Giovanni Crisostomo: "Non digiuniamo per la Pasqua, né per la croce, ma per i nostri peccati…"

***La presente "Nota pastorale" (che riportiamo in formato pdf per chi voglia approfondire) ha la sua origine e la sua spiegazione immediate nella delibera n. 27 del 18 aprile 1985 (cf. Notiziario CEI, 1985, p. 27)) con la quale l'Assemblea Generale aveva stabilito l'osservanza delle norme circa l'astinenza e il digiuno del 27 luglio 1966 "fino a quando non siano date ulteriori determinazioni". La "Nota': predisposta dalla Commissione Episcopale per la liturgia fin dal maggio 1992, ha avuto un iter di due anni con una elaborazione di rinnovate stesure in seno alla stessa Commissione, la quale ha usufruito anche della collaborazione di esperti. Il testo, esaminato anche dalla Segreteria Generale, è stato sottoposto al Consiglio Episcopale Permanente nella sessione del 24-27 gennaio 1994.

 

Repost 0
Published by la strada per la felicità
scrivi un commento
13 marzo 2013 3 13 /03 /marzo /2013 20:44

Grandissima emozione... Papa Francesco I è stato capace di sorprendermi positivamente dal primo secondo... La scelta del nome che racchiude in sè tanti significati, il suo sguardo al primo approccio un pò timoroso, che però è stato sostituito dopo pochi attimi da determinazione e speranza.

E poi il grande merito di averci indotti a recitare tre preghiere, pilastri della nostra religione, sottolineando l'importanza della preghiera. E' un bellissimo inizio secondo me... Preghiamo tutti per il nostro Papa Francesco...

 

papa-copia-1.jpg

Repost 0
Published by la strada per la felicità - in Il mio Diario
scrivi un commento
2 marzo 2013 6 02 /03 /marzo /2013 17:16

In questi giorni il blog non è stato aggiornato a causa di qualche problema col PC... Nei prossimi giorni ricomincerò a pubblicare con cadenza quasi quotidiana le preghiere e le novene dedicate ai Santi del giorno. Ringrazio tutti coloro che continuano a connettersi a questo blog e invito ad inviarmi delle preghiere dei Santi meno conosciuti all'indirizzo di posta elettronica segnalato. Un abbraccio a tutti!

Repost 0
Published by la strada per la felicità - in Il mio Diario
scrivi un commento
13 giugno 2012 3 13 /06 /giugno /2012 22:10

Inizio a recitarle fondamentalmente perchè mi auguro che rafforzino la mia fede e solo in minima parte per promesse seppur meravigliose e grandissime che Gesù ha indicato a Santa Brigida. Anche se quella della conversione di 15 persone della propria famiglia credo sia uno dei motivi principali che mi ha spinto ad iniziare. 

Mi farebbe piacere che anche tu che leggi casualmente questa pagina iniziassi a farlo e che magari tra un anno ci confrontassimo qua nella sezione dedicata ai commenti. Se invece le hai già recitate ti sarei grato se commentassi una tua testimonianza...

Ho stampato una copia su foglio A3 e una su foglio A4 delle 15 orazioni di Santa Brigida da recitare per un anno, così è possibile conservarle e tenerle sempre con sè. Per chi volesse riceverne una copia mi contatti e gliele spedirò con immenso piacere all'indirizzo di posta che mi indicherà. Il mio è indicato nei contatti del blog.

Il tempo necessario per recitarle non è eccessivo, non farti scoraggiare; io impiego meno di 20 minuti. E sinceramente penso che in una giornata di 24 ore trovare una ventina di minuti non è un'impresa insuperabile... Sono consapevole del fatto che nel caso sia impossibilitato a recitarle un giorno sarò costretto ad iniziare nuovamente. 

Mi affido a S. Antonio da Padova affinchè vigili e mi aiuti a portare a compimento questo mio impegno che inizio oggi 13 giugno.


Repost 0
Published by la strada per la felicità - in Il mio Diario
scrivi un commento
12 aprile 2012 4 12 /04 /aprile /2012 22:55

Tempo fa ho letto un libro, Fateci uscire da qui, che ha senza dubbio cambiato il mio modo di approcciarmi alla vita. Questo libro scritto da Elts Nicholas racconta l'apostolato, la vita, e le esperienze di una donna austriaca, Maria Simma, che ha ricevuto il dono a volte grave ed oneroso di poter comunicare con le anime del Purgatorio. In questo scritto, vengono poste tantissime domande a Maria Simma, le cui risposte vi assicuro lasciano senza fiato. Io vi invito con tutto il cuore a leggerlo. 

Uno dei più grandi insegnamenti che mi ha trasmesso e sul quale invito voi tutti a riflettere è proprio un'esortazione che un'anima dettò a Maria Simma: il buon uso del tempo. Vi riporto una parte del libro che mi ha emozionato e toccato profondamente:

 

Il buon uso del tempo!

Una volta sola ti sarà concesso di sapere come hai utilizzato il tuo tem­po durante la tua vita. Vedrai tutti gli anni, i giorni e le ore e ciò che vi avresti potuto fare. Ti renderai conto di tutte le occasioni mancate per fare il bene. Nell'eternità, sarà troppo tardi. Se tu conoscessi l'eternità, cosa non daresti per iniziare una nuova vita!

Ricordati queste parole:


Il lungo non è eterno, ma l'eterno è lungo.

Questo pensiero è vero e grave.

Cogli la rosa mentre sboccia poiché domani non è oggi.

Non lasciar scivolare via l'ora poiché il tempo fugge lesto.

Ricordati che costruiamo tante case solide dove viviamo

solo come ospiti.

Ma laddove saremo per l'eternità, costruiremo molto poco.


Il Signore ci dona il tempo per poter avanzare nel cammino di fede. L'uomo vive una volta sola e non più volte come molti sostengono. Que­sta teoria è falsa. Il Signore ci concede di vivere una volta sola. E' un ingan­no di Satana quello di far credere che si siano vissute altre vite in passa­to o che dopo la morte si possa tornare a vivere in un altro corpo. Sono menzogne!

Quali grandi cose si potrebbero fare usando bene il nostro tempo! Quali tesori si potrebbero guadagnare nel tempo datoci, che invece ven­gono persi! Il tempo è prezioso e fuggente, non torna più. Fare la volontà di Dio dovrebbe essere la parola d'ordine di tutta la nostra esistenza! Per­ché l'uomo si tuffa in cose finite? Perché pensa raramente all'eternità. Ricordati dunque di compiere la volontà di Dio in ogni cosa e non preoc­cuparti se continui a ripetere lo stesso errore. Ciò che importa è di ave­re la forza di rialzarti e di ricominciare di nuovo. Sbagliare è umano, rial­zarsi è cosa benedetta, restare nell'errore è diabolico. Riconosci umil­mente di essere peccatrice, ma non perderti d'animo se ricadi ripetuta­mente nello stesso peccato poiché Cristo mori per noi sulla croce perché potessimo sempre rialzarci di nuovo. La maggior parte delle nostre rica­dute sono dovute alle nostre debolezze, alla nostra superficialità e negli­genza, raramente alla nostra cattiva disposizione. Non tormentarti dun­que per i tuoi sbagli e tanto meno per quelli degli altri.

Non giudicare gli altri! Coloro che hanno questa brutta abitudine sono proprio quelli che hanno più bisogno di lavorare su se stessi! Una buona parola può guarire, una parola cattiva può uccidere. Quindi non giudicare. Non lasciar passare giorno senza una buona parola o un bel gesto! Portate i pesi gli uni degli altri. Solo così si adempie alla legge di Cristo. Se solo foste attenti a non giudicare gli altri, a seminare pace dove c'è discordia, a riferire solo il bene che il fratello fa e non i suoi sbagli! Sforzati sempre di aiutare tuo fratello in questo modo e di non ferirlo, e non ci sarà più guerra fra te e lui. Se tutti facessero così, meno della metà degli uomini sarebbero in Purgatorio e l'Inferno sarebbe vuoto.

Fai il bene finché ne hai il tempo. Verrà un momento in cui non potrai far più nulla, potrai solo raccogliere ciò che hai seminato. Non giudicare gli altri, ma solo te stessa. Questo atteggiamento è il fondamento su cui si costruisce la pace sulla terra. Un buon cristiano è tale se è fermamen­te deciso a compiere la volontà di Dio. Egli è gentile e buono con suo fra­tello. Si affida sempre al Signore con umiltà e semplicità d'animo. Si abi­tua a sopportare i propri errori e quelli altrui. Lavorando su te stessa, devi passare dalla mediocrità alla santità. Molti vogliono essere buoni cristia­ni, ma lottare per divenire santi a loro sembra eccessivo. Eppure la Chie­sa di Dio ha bisogno di veri santi, non di santi a metà. Le tenebre di que­sti tempi sono più forti della mediocrità: come possono essere sconfitti da anime mediocri!? 

E tanto importante essere fedeli nelle piccole cose poiché questo rafforza l'umiltà e porta a grandi cose. E nelle piccole cose che si ricono­scono le grandi persone. L'esecuzione perfetta dei piccoli compiti non richiede uno sforzo maggiore di quello per gli atti eroici. Nella somma totale del bene compiuto hanno guadagnato di più le piccole azioni di un uomo che le grandi. Chi è fedele nelle piccole cose, lo sarà anche nelle grandi. Chi non è fedele nelle piccole cose, non lo sarà neppure nelle grandi.


fateciusciredaqui

Repost 0
Published by la strada per la felicità - in Il mio Diario
scrivi un commento
8 aprile 2012 7 08 /04 /aprile /2012 22:14

In questa pagina che cercherò di aggiornare, voglio raccontarVi il cammino intrapreso verso una precisa direzione: quella del Bene.

Questo blog nasce dopo aver letto il messaggio del 2 marzo 2012 ricevuto da Mirjana e che vi riporto:

"Cari figli, per mezzo dell’immenso amore di Dio io vengo tra voi e vi invito con perseveranza tra le braccia di mio Figlio. Vi prego con Cuore materno ma vi ammonisco anche, figli miei, affinché la sollecitudine per coloro che non hanno conosciuto mio Figlio sia per voi al primo posto. Non fate sì che essi, guardando voi e la vostra vita, non desiderino conoscerlo. Pregate lo Spirito Santo affinché mio Figlio sia impresso in voi. Pregate affinché possiate essere apostoli della luce di Dio in questo tempo di tenebra e di disperazione. Questo è il tempo della vostra messa alla prova. Col Rosario in mano e l’amore nel cuore venite con me. Io vi conduco alla Pasqua in mio Figlio. Pregate per coloro che mio Figlio ha scelto, affinché possano sempre vivere secondo Lui ed in Lui. Vi ringrazio. "

Questo blog nasce così nel giorno di Pasqua, sperando che possa contribuire a rendere felici tante persone, me compreso. 

Repost 0
Published by lucedidio - in Il mio Diario
scrivi un commento

Presentazione

  • : La gioia della preghiera
  • La gioia della preghiera
  • : Questo blog nasce dall'esigenza di condividere col mondo una scoperta che mi aiuta nella vita di tutti i giorni e che mi rende una persona migliore: la preghiera... Se volete contattarmi: lagioiadellapreghiera@hotmail.it
  • Contatti

Fateci Uscire Da Qui (Un Libro Che Invito A Leggere Coloro Che Hanno Perso I Loro Cari)