Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
26 luglio 2017 3 26 /07 /luglio /2017 09:40

gioacchinoeanna.jpg

 

Preghiera a Sant'Anna

 

O benedetta fra le madri, gloriosa Sant'Anna che aveste

per figliola a voi soggetta ed obbediente la Madre di Dio,

ammiro l'altezza di vostra elezione e le grazie di cui vi adornò

l'Altissimo! Mi unisco a Maria Santissima sempre Vergine

nell'onorarvi, nell'amarvi, nell'affidarmi alla vostra tutela.

A Gesù, a Maria ed a voi consacro tutta la mia vita come un 

umile tributo della mia devozione; voi ottenetemi che passi

per me santa e degna del Paradiso. Così sia.

 

 

Preghiera a San Gioacchino

 

O Grande e glorioso  San Gioacchino, quanto sono felice pensando che fosti eletto fra tutti i Santi a cooperare ai divini misteri e ad arricchire il mondo della Madre di Dio, Maria Santissima! Per questo singolare privilegio divenisti potentissimo presso la Madre ed il Figlio, per ottenerci le grazie necessarie.

Con tale fiducia ricorro alla tua protezione e ti raccomando le necessità mie e della mia famiglia, spirituali e temporali; ti raccomando inoltre la grazia particolare che desidero e che attendo dalla tua paterna intercessione... (esprimere richiesta) E poiché fosti modello perfetto di vita interiore, ottienimi il raccoglimento e il distacco da tutti i beni passeggeri di questa terra e un amore vivo e perseverante a Gesù e Maria.

Ti prego di implorare per me all'Eterno Padre devozione e obbedienza sincera alla Santa Chiesa e al sommo Pontefice che la governa e ti prego di chiedere al Signore che io possa vivere e morire nella fede, speranza e carità perfetta, invocando i nomi santissimi di Gesù e di Maria, e salvarmi. Amen. 

 

 

Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli, nei secoli. Amen.
 

San Gioacchino, felice padre della Madre di Dio, prega per noi.

 

 

 

VITA DEI SANTI

Il culto di Sant'’Anna è estremamente diffuso in tutta la Cristianità, nonostante su di lei non ci siano molte notizie certe; la celebrità di Anna è legata senza dubbio alla sua maternità, l’aver portato nel grembo Maria, la speranza del mondo, la pone giustamente nel cuore di tutti i cristiani. E'’ patrona delle madri di famiglia, delle vedove e delle partorienti, viene invocata spesso nei parti difficili; non viene ricordata nei Vangeli canonici, ma è spesso citata nei vangeli apocrifi, questi testi nonostante non siano riconosciuti ufficialmente dalla Chiesa, hanno spesso influito sulla liturgia e sulla devozione dei fedeli.

Lo sposo di Anna era un ricco uomo che abitava vicino Gerusalemme; i due consorti si amavano profondamente, ma anche in età avanzata non erano riusciti ad avere figli, tanto che Gioacchino si ritirò nel deserto per chiedere a Dio il dono di un figlio e alle preghiere del marito si aggiunsero quelle di Anna. Durante la preghiera ad Anna apparve un angelo che le annunciò la prossima gravidanza e che tutto il mondo avrebbe parlato della sua prole; le preghiere di Anna e Gioacchino quindi arrivarono fino a Dio, che li accontentò.
E così fu, nacque Maria e i genitori ringraziarono Dio con molti doni al tempio; a tre anni la bimba venne portata al tempio per essere consacrata al Signore, come i genitori promisero nelle loro preghiere. Dopo i tre anni di Maria, nessun testo parla più di Gioacchino, mentre di Anna si dice, sempre nei vangeli apocrifi, che visse fino agli ottant’anni e rimasta vedova, si sposò altre due volte, concependo altri due figli. Il culto di Anna e Gioacchino si diffuse in Oriente e Occidente, anche grazie alle reliquie raccolte durante le crociate; il primo edificio di culto a loro dedicato lo fece costruire Giustiniano, intorno al 550 a Costantinopoli.
In Occidente invece, il culto dei genitori di Maria si intensificò intorno al X secolo e si estese in tutta Europa, fino al XV secolo, quando Papa Gregorio XIII inserì la celebrazione di S. Anna nel Messale Romano; Gioacchino invece fu lasciato in disparte per alcuni secoli, fino ad essere ricongiunto alla moglie nel calendario liturgico. In tutti i tempi molti artisti hanno raffigurato Maria insieme ai suoi genitori. Nel Vangelo, Gesù disse “dai frutti riconoscerete la pianta” e noi conosciamo il frutto nato dalla famiglia di Anna e Gioacchino: la Santa Vergine Maria, l’Immacolata Concezione, che diventerà il tabernacolo del Dio fatto uomo. (fonte:santiebeati.it)

 

Condividi post

Repost 0
Published by la strada per la felicità - in Preghiere al Santo del giorno
scrivi un commento

commenti

Presentazione

  • : La gioia della preghiera
  • La gioia della preghiera
  • : Questo blog nasce dall'esigenza di condividere col mondo una scoperta che mi aiuta nella vita di tutti i giorni e che mi rende una persona migliore: la preghiera... Se volete contattarmi: lagioiadellapreghiera@hotmail.it
  • Contatti

Fateci Uscire Da Qui (Un Libro Che Invito A Leggere Coloro Che Hanno Perso I Loro Cari)