Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
25 marzo 2017 6 25 /03 /marzo /2017 13:21

Data l’importanza dell’evento che oggi la Chiesa ricorda, la Vergine Maria è chiamata la Santissima Annunziata. Il computo esatto di nove mesi che separano questo giorno dalla data liturgica della Natività del Signore, ci dà il 25 marzo; anticamente, però, il mistero dell’Incarnazione si celebrava poco prima di Natale in oriente, a Milano e a Ravenna; poi in Spagna il decimo Concilio di Toledo, nel 656, prescrisse di trasferire questa festa da marzo al 18 dicembre, a motivo della Quaresima. Nel Medioevo l’Annunciazione segnava, in molte località, l’inizio dell’anno civile ed era punto di riferimento per la numerazione degli anni. Poi si impose il Natale come inizio dell’era cristiana. Nel 1972, il Messale di Paolo VI denomina l’odierna festa come «Annunciazione del Signore», ma due anni dopo, nella esortazione apostolica Marialis cultus, la interpreta come «festività di Cristo e insieme della Vergine». Il contenuto centrale di questo annuncio è senza dubbio Cristo, oggetto di tutto il Vangelo, ma mette anche in rilievo la persona di Maria chiamata a entrare nel dialogo tra Dio e l’umanità mediante una risposta di fede esemplare e l’opera materna per la nascita del Figlio di Dio nella condizione umana. Dio non impone la sua volontà alla creatura libera, ma chiede il consenso all’umile Vergine di Nazaret; consenso che porta Ireneo di Lione, uno dei primi padri della Chiesa, a riscontrare in Maria la nuova Eva che «obbedendo, divenne causa di salvezza per sé e per tutto il genere umano. Ciò che Eva aveva legato per la sua incredulità, Maria l’ha sciolto per la sua fede». Osserva giustamente padre Stefano De Fiores che «la collaborazione di Maria con lo Spirito Santo, nel realizzare il capolavoro della storia della salvezza, cioè l’Incarnazione del Figlio di Dio, continua armonicamente ogni volta che si attuano meraviglie di grazia nella storia dell’umanità. In particolare Maria coopera, con amore di madre, alla rinascita dei figli di Dio».

 

 

Preghiera

 

I. Sia benedetto, o Maria, quel saluto celeste, che vi diede nell'annunziarvi l'Angelo di Dio.

 

Ave Maria :

Ave Maria, piena di grazia, il Signore è con te, tu sei benedetta fra le donne e benedetto il frutto del tuo seno, Gesù. Santa Maria, Madre di Dio, prega per noi peccatori, adesso e nell’ora della nostra morte. Amen.


II. Sia benedetto, o Maria, quella grazia sublime di cui piena vi predicò l'Angelo di Dio.

 

Ave Maria :

Ave Maria, piena di grazia, il Signore è con te, tu sei benedetta fra le donne e benedetto il frutto del tuo seno, Gesù. Santa Maria, Madre di Dio, prega per noi peccatori, adesso e nell’ora della nostra morte. Amen.


III. Sia benedetto, o Maria, quell'annunzio felice, che dal cielo vi recò l'Angelo di Dio.

 

Ave Maria :

Ave Maria, piena di grazia, il Signore è con te, tu sei benedetta fra le donne e benedetto il frutto del tuo seno, Gesù. Santa Maria, Madre di Dio, prega per noi peccatori, adesso e nell’ora della nostra morte. Amen.

 

IV.  Sia benedetta, o Maria, quella profonda umiltà, con cui vi dichiaraste Ancella di Dio.

 

Ave Maria :

Ave Maria, piena di grazia, il Signore è con te, tu sei benedetta fra le donne e benedetto il frutto del tuo seno, Gesù. Santa Maria, Madre di Dio, prega per noi peccatori, adesso e nell’ora della nostra morte. Amen.


V. Sia benedetta, o Maria, quella perfetta rassegnazione, con cui v'assoggettaste al volere di Dio.

 

Ave Maria :

Ave Maria, piena di grazia, il Signore è con te, tu sei benedetta fra le donne e benedetto il frutto del tuo seno, Gesù. Santa Maria, Madre di Dio, prega per noi peccatori, adesso e nell’ora della nostra morte. Amen.



VI. Sia benedetta, o Maria, quell'Angelica purità, con cui riceveste nel vostro seno il Verbo di Dio.

 

 

Ave Maria :

Ave Maria, piena di grazia, il Signore è con te, tu sei benedetta fra le donne e benedetto il frutto del tuo seno, Gesù. Santa Maria, Madre di Dio, prega per noi peccatori, adesso e nell’ora della nostra morte. Amen.

 

 

VII. Sia benedetto, o Maria, quel beato momento, in cui della vostra carne vestiste il Figliuolo di Dio.

 

Ave Maria :

Ave Maria, piena di grazia, il Signore è con te, tu sei benedetta fra le donne e benedetto il frutto del tuo seno, Gesù. Santa Maria, Madre di Dio, prega per noi peccatori, adesso e nell’ora della nostra morte. Amen.


VIII. Sia benedetto, o Maria, quel fortunato momento in cui diveniste madre del Figliuolo di Dio.

 

Ave Maria :

Ave Maria, piena di grazia, il Signore è con te, tu sei benedetta fra le donne e benedetto il frutto del tuo seno, Gesù. Santa Maria, Madre di Dio, prega per noi peccatori, adesso e nell’ora della nostra morte. Amen.


IX. Sia benedetto, o Maria, quel sospirato momento, in cui cominciò l'umana salute con l'Incarnazione del Figliuolo di Dio.

 

Ave Maria :

Ave Maria, piena di grazia, il Signore è con te, tu sei benedetta fra le donne e benedetto il frutto del tuo seno, Gesù. Santa Maria, Madre di Dio, prega per noi peccatori, adesso e nell’ora della nostra morte. Amen.

 

 

 

 

Condividi post

Repost 0
Published by la strada per la felicità
scrivi un commento

commenti

Presentazione

  • : La gioia della preghiera
  • La gioia della preghiera
  • : Questo blog nasce dall'esigenza di condividere col mondo una scoperta che mi aiuta nella vita di tutti i giorni e che mi rende una persona migliore: la preghiera... Se volete contattarmi: lagioiadellapreghiera@hotmail.it
  • Contatti

Fateci Uscire Da Qui (Un Libro Che Invito A Leggere Coloro Che Hanno Perso I Loro Cari)