16 Maggio: Sant'Ubaldo di Gubbio - Preghiere e vita

Preghiera a Sant'Ubaldo

 

Ti preghiamo, o Signore, di concederci benignamente il tuo aiuto, e per l'intercessione del Beato Ubaldo, tuo Confessore e Pontefice, stendi sopra di noi la tua protezione contro le molteplici insidie del nemico.


Pater - Ave - Gloria

 

 

 

Preghiera a Sant'Ubaldo

 

O Dio, Padre buono e misericordioso, che hai scelto Sant'Ubaldo come messaggero di pace e testimone del Vangelo in mezzo al tuo popolo, ascolta la preghiera che ti rivolgiamo per sua intercessione. Santifica le nostre famiglie, aiutale a crescere nella fede; conserva in esse l'unità, la pace e la serenità. Benedici i nostri figli, proteggi i giovani e gli anziani. Soccorri quanti soffrono nel corpo e nello spirito. Sostienici nelle fatiche di ogni giorno donandoci la tua pace e il tuo amore. Per Cristo nostro Signore, Amen.

Fratelli miei, non abbiate paura di questa moltitudine di nemici: se il Signore ha intenzione di liberarci, essi non potranno farci alcun male; se il Signore ha deciso di punirci, ci può annientare anche senza costoro" e continua: " Dio odia il peccato, non il peccatore; punitevi da soli per i peccati che avete commesso! Perché io, nel nome del Signore, vi prometto la vittoria: a patto che i vostri peccati siano stati cancellati attraverso la penitenza.

Ho chiesto al Signore una sola cosa, questa sola io cercherò:
abitare nella casa del Signore per tutti i giorni della mia vita

VITA DEL SANTO

 

I miracoli di Sant' Ubaldo

Il numero dei miracoli fatti da S. Ubaldo è così alto che non si riuscirebbe mai a raccontarli tutti, ecco i principali:
 

  • La guarigione di 7 spastici provenienti da Arezzo, Città di Castello, Fossombrone ecc.
  • La guarigione di 4 ciechi, 2 uomini e 2 donne
  • Liberazione dal demonio di 12 donne, "una addirittura a metà del viaggio di andata: il diavolo non osò entrare con lei alla presenza di S. Ubaldo!", un'altra , "una certa Teuza, vomitò nel sangue un serpe veramente terrificante..."
  • Guarigione di tre ossessi di Camerino, Ravenna e Runcignano.
  • Guarigione da piaghe di 5 donne, tra cui Berta di Cortona le cui narici brulicavano di vermi.
  • Guarigione da paralisi di 2 uomini e 2 donne.
  • Guarigione dall'epilessia del Priore della chiesa di S. Erasmo (a Gubbio) che soffriva di crisi epilettiche anche 10 volte al giorno...
  • Guarigione di un muto e due sordi e un sordomuto e di un ferito da freccia.
  • Liberazione di sei prigionieri incatenati che furono condotti ognuno fino al suo sepolcro.
  • Soccorso di una nave in alto mare con cessazione di una terribile tempesta dopo le suppliche dei marinai.
  • Liberazione di 35 pellegrini in viaggio per Gerusalemme, catturati e imprigionati a Rovasia e liberati dal Santo a cui si erano rivolti perché li liberasse dai Saraceni.
  • Molti episodi della vita del Santo sono riportati nelle vetrate della Basilica a lui dedicata sul Monte Ingino il Colle eletto che sovrasta Gubbio.
Torna alla home