. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 

NON SONO DISPONIBILI PREGHIERE DEDICATE AL SANTO

 

CARO LETTORE NEL CASO TU NE VENGA IN POSSESSO 

TI CHIEDIAMO GENTILMENTE DI INVIARCELE A lagioiadellapreghiera@hotmail.it

 

SAREMO LIETI DI PUBBLICARLE E CONDIVIDERLE

GRAZIE

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 

 

 

VITA DEL SANTO

Vescovo di Camerino. Prima consigliere di Ludovico II, re d’Italia, a Pavia; poi, alla morte del vescovo di Camerino, nell’anno 850, viene nominato suo successore e consacrato dal papa Leone IV. Passa alla storia non solo come un santo pastore, ma soprattutto come un benefattore di poveri, un grande pacificatore tra le fazioni in guerra. Muore il 13 marzo 868, dopo diciotto anni di episcopato, e lascia un ricordo incancellabile, vivo anche oggi tra le popolazioni della zona di Camerino e in tutte le Marche. Anche a Roma c’era una chiesa in suo onore, abbattuta quando si è allargato il Campidoglio. Reliquie di sant’Ansovino sono conservate gelosamente nella città di Camerino.

 

Torna alla home